Omnia Cultura

Storia, Cultura e società
 
IndicePortaleGalleriaLista UtentiGruppiRegistratiAccedi

Condividere | 
 

 L E O R I G I N I

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
Admin
Admin
Admin
avatar

Numero di messaggi : 148
Età : 44
Data d'iscrizione : 04.04.08

MessaggioTitolo: L E O R I G I N I   Lun Apr 07, 2008 10:47 pm

Storia
Le origini dei soldatini possono ritrovarsi nel più remoto passato dell’umanità; già nella civiltà egizia possiamo trovare i primi esempi di figurini militari. Dobbiamo tuttavia arrivare al XVIII secolo per avere una produzione commerciale di soldatini e dobbiamo spostarci in Baviera e precisamente a Norimberga con le cosiddette zinfiguren. I "soldatini di Norimberga" prodotti tuttora e molto ricercati dai collezionisti sono delle piccole miniature quasi bidimensionali in piombo che vengono realizzate da esperti artigiani. Il primo di questi artisti fu Johann Gottfried Hilpert di Norimberga.

Sul finire del settecento in Francia vennero invece creati i primi soldatini tridimensionali ad opera del fonditore parigino Lucotte. A partire poi dal 1840 la Germania la farà nuovamente da padrona nella produzione dei soldatini concentrandosi sulle guerre napoleoniche per mezzo di Georg Heyde di Dresda.

Fra la fine dell’800 e l’inizio del nuovo secolo anche la Gran Bretagna comincerà a produrre soldatini di qualità. È noto che lo stesso Churchill fosse un grande appassionato di soldatini.
Da citare la ditta Britain che con un nuovo metodo di produzione (soldatini cavi) riuscì ad accelerarne la produzione a ritmi altissimi ad un costo ridotto. In questo modo i soldatini balocchi dei rampolli della classe più elevata approdarono via via a masse sempre più grandi di bambini e adulti appassionati.

Nel periodo fra le due guerre mondiali la scarsità di materie prime costrinse le case produttrici a trovare materiali alternativi come latta e gesso. È di questo periodo la produzione tedesca del ditta Elastolin che in periodo di forte recessione inizia a fabbricare soldatini con una miscela composta da cartapesta, colla e gesso detta comunemente pasta. Dopo la Seconda Guerra Mondiale l’avvento della plastica segna una nuova era per i soldatini che diventano un giocattolo di massa. Il nuovo materiale poco costoso e facilmente modellabile inonda i negozi di giocattoli con milioni di soldatini prodotti da centinaia di ditte. Certamente questi soldatini non hanno la qualità di quelli in piombo, ma hanno indubbiamente un loro fascino e molti sono ricercati dai collezionisti. Attualmente n plastica si affermano principalmente le scale 1/32 e 1/72, mentre in piombo e in metallo ci si orienta principalmente sul 1/32 e 1/35.


Materiali e Scale
La riproduzione può essere realizzata in svariati materiali i cui principali sono:

Piombo.
Leghe metalliche.
Plastica.
Resina.
Per i soldatini in genere si utilizzano le seguenti scale

2 mm.
6 mm.
10 mm.
15 mm.
1/87 = 20 mm (Scala tedesca del modellismo ferroviario HO).
1/76 = 23 mm (Scala inglese del modellismo ferroviario OO).
1/72 = 25 mm (Scala di costruzione di kit modellistici HO/OO).
40 mm.
1/35 = 54 mm.
1/32 = 56 mm.
65 mm.
70 mm.
90 mm.
120 mm.
Come si può vedere esiste una grande variabilità di dimensioni dettate dall’uso che se nel vuol fare.
Le scale più piccole sono legate al mondo dei wargame e sono dettate dall’esigenza di avere a disposizione intere armate in poco spazio in modo da riprodurre nel modo più dettagliato possibile complessi eventi bellici. Da 1/87 in poi l’uso viene anche destinato alla realizzazione di diorami, cioè dei plastici riproducenti battaglie e fatti d’arme o anche piccole scenette militari.
Dal 40 mm in poi si abbandona l’uso wargamistico per evidenti ragioni di spazio e si passa oltre al diorama ad un uso espositivo o prettamente ludico. Quest’ultimo utilizzo si è un po’ perso negli ultimi venti anni quando i bambini hanno cominciato ad abbandonare questo intrattenimento per dedicarsi ad altri giochi. Ultimamente però sono ricomparsi in tutti i negozi di giocattoli soldatini in queste scale grandi specialmente del periodo medievale e antico. Per quanto riguarda la colorazione esistono varie tipologie di pigmenti, come i colori acrilici, dotati di una rapida asciugatura, gli smalti e gli olii.


Tipologie
Soldatini in plastica 1/72
Soldatini in plastica 1/32
Soldatini in piombo 1/35




Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente http://associazionecultura.forumattivo.com
 
L E O R I G I N I
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Omnia Cultura :: Storia del Modellismo-
Andare verso: